Dicono di noi

Monte Cornetto in bici by Bikeitalia.it

01 passo Sommo

L’estate è arrivata finalmente ed è tempo di fare un giro dalle parti dell’Alpe Cimbra, il comprensorio trentino che si estende da Folgaria a Lavarone e Lusérn.

Trascorro il fine settimana con due amici e oggi ci dedichiamo ad un percorso breve ma impegnativo, non per tutti, a meno che non ci si faccia dare una mano (o una gamba!) da una bici a pedalata assistita.

Il nostro amico Marco opta per una di queste pur essendo il più allenato tra noi, perché è reduce da un infortunio.

02 panorami

Trovo sempre più utile questa invenzione, pur sperando personalmente di poter pedalare più a lungo possibile con un mezzo meccanico.

La bici elettrica avvicina persone alla montagna, permette a chi non se lo poteva permettere prima di fare un’avventura nei boschi, o di andare ancora più lontano di quanto non si faccia con la bici normale.

C’è però da fare attenzione, perché i rischi per il neofita sono doppi, spesso sottovalutati; quindi il consiglio è di non avventurarsi senza la giusta preparazione, l’idoneo equipaggiamento e, meglio di tutti, rivolgersi ad una guida locale sia per la parte culturale che tecnica.

03 vista sul possente monte Stivo

cornetto altimetria

Torniamo a noi: il giro è breve, sì, ma servono gambe allenate perché la salita per il monte Cornetto per quanto breve, è seria.

Non tragga in inganno il numero dei chilometri: alla fine sembra di averne fatti il doppio, non solo per la fatica, ma anche per i panorami che si possono vedere, a perdita d’occhio.

04 grandi prati

Il primo tratto di avvicinamento a passo Sommo dal centro di Folgaria non è affatto difficile, se pur in salita: ci scaldiamo passando per il biotopo di Ecken, un rarissimo esempio di giacimento torboso in un’area carsica.

Questo luogo, quasi totalmente pianeggiante, che si fonde poi con i campi da golf di Maso Spilzi, è anche una delle più belle passeggiate di tutta l’Alpe Cimbra.

Molto quieto, sempre soleggiato, è un posto ideale per rilassarsi, fare nordic walking, leggere, fare yoga.

Passare in bici lentamente è un vero piacere e consiglio vivamente di fare questo percorso in autunno.

Ormai siamo abituati a pedalare a queste quote attorno ai 1500m anche in ottobre inoltrato, momento in cui i larici si accendono di giallo e arancione.

05 prati by Marco Gober 7358

Adesso però ci godiamo l’estate! Ora è tutto verde smeraldo.

Arginata la frazione Costa, riprendiamo la salita verso passo Sommo (1341m) dove prendiamo lo sterrato a sinistra e mettendoci nel bosco.

D’ora in avanti vi saranno pendenze tra il 10 e il 15%. Il percorso, per chi ha allenamento, è comunque tutto pedalabile.

La fitta vegetazione alpina si interrompe saltuariamente quasi a farlo apposta per lasciarci godere ampi panorami da Lavarone al Monte Baldo, al Monte Pasubio e allo Stivo.

06 albero solitario by Marco Gober 7381

Sbuchiamo improvvisamente in un enorme prato dal quale con un ultimo sforzo raggiungiamo un punto panoramico a 1600m con una vista spettacolare su tutto il Trentino meridionale e la Vallagarina.

Chi ha voglia di fare una camminata di 20 minuti può raggiungere la cima del monte Cornetto, lasciando qui le bici, ma ci vogliono scarpe da trekking.

Noi con quelle da bici, ce ne restiamo qui, a goderci il panorama prima di una divertente discesa nei boschi, che ci regala un po’ di adrenalina.

Anche la discesa è ripida, quindi serve una discreta esperienza per affrontarla in sicurezza.

Giunti a Costa, facciamo rientro al centro di Folgaria pensando già al prossimo giro

07 punto panoramico by Marco Gober 7423

VEDI TUTTI I NOSTRI PERCORSI MTB

Icona bici 1

 Bike Trail:
percorsi Gpx, Kml, Pdf

 

Icona mappa 1

 Mappa 3d:
vola sull'Alpe Cimbra