837-Lavarone Bike Tour

Senza indugi affrontiamo questo splendido tour che percorre l’intero perimetro di Lavarone. La prima tappa è il Tomazòl. Da qui la veduta sull’Alta Valsugana e sul lago di Caldonazzo toglie il fiato! Tra i più belli del Trentino! Dopo di che, attraversati i fitti boschi del monte Tablat, raggiungiamo la… Tana Incantata! Non è la casa delle fiabe, è un ristorante di montagna che mette in tavola i piatti più gustosi dell’Alpe, formaggio Vezzena in primis. Rifocillati, proseguiamo e dal passo del Cost caliamo letteralmente sul Forte Belvedere Gschwent, il forte museo della Grande Guerra. Casamatta, camminamenti sotterranei, meritano una visita. Una vacanza in bici tra natura, panorami, ottima cucina, storia e cultura. Che volere di più?

Difficoltà
Impegnativo
Durata
1,55 ore
Lunghezza
23,9 km
Altitudine massima
1380 m
Dislivello in salita
725 m
Dislivello di discesa
709 m
Lunghezza per E-Bike
Breve
Percorso ad anello

Categoria: Itinerari Mountain Bike — Località: Lavarone


Punto di partenza
Lavarone Chiesa (1157 m)
Coordinate:
Geogr. 45.940039 N 11.268779 E
UTM 32T 675865 5089888 

Punto di arrivo
Lavarone Chiesa

Descrizione del percorso
Con partenza da Gionghi (1170 m) raggiunge Bertoldi, Stengheli, segue la bella strada panoramica del Tomazol, aggira il Dosso del Monco, sale il versante del Kiaperch (1375 m), aggira l’altura del Tablat, raggiunge il passo del Cost (1298 m), scende a Forte Belvedere Gschwent (1177 m), punta in saliscendi verso il lago di Lavarone, aggira il monte Rust, attraversa l’abitato di Chiesa e torna a Gionghi. Percorso vario, divertente, con tratti di medio impegno. Può essere abbinato all’Oltresommo Bike Tour.

google.maps.MapTypeId.HYBRID 1 1 1 1 1 1 2 #a79a12 Distance Elevation Speed Heart Rate Distance: {0} {2} Elevation: {1} Distance: {0} {2} Speed: {1} Distance: {0} {2} Heart Rate: {1}

Punti di interesse
1 – Percorso Respiro degli Alberi
2 – Cimitero militare di Slaghenaufi
3 – Forte Belvedere Gschswent
4 – Lago di Lavarone

Punti panoramici
1 – Veduta panoramica su Bertoldi